Ecofood

Ricerca & Innovazione per il Miglioramento della Sostenibilità della Filiera Agro-alimentare

Fondo Europeo di sviluppo regionale F.E.S.R. 2007/2013
 
Durata 2010-2013
 

Il Progetto si propone di sviluppare processi e/o prodotti innovativi in grado di incrementare la sostenibilità e la competitività della filiera agroalimentare piemontese, tenendo conto e soddisfacendo le diverse esigenze dei singoli utilizzatori finali.
 
Le filiere coinvolte nel progetto sono sette:
-          4 del settore produzione alimenti : caffè, nocciola, riso e vino
-          2 del settore produzione packaging : carta e plastica
-          1 del settore energetico
 
 Al loro interno si sviluppano soluzioni innovative nelle tre principali aree di competenza:

Sostenibilità ambientale: l’obiettivo è quello di ridurre e/o migliorare l’impattosull’ambiente dei materiali e delle tecnologie e/o processi fino ad ora utilizzati.L’area coinvolta sarà quella dei materiali di Packaging, con finalità che vanno dalla riduzione dei materiali impiegati alla riutilizzazione di sottoprodotti per contenere l’utilizzo di materiali vergini fino alla messa a punto dimateriali innovativi.
Valorizzazione by products: l’obiettivo è quello di ridurre l’impatto ambientale tramite la riduzione e la valorizzazione dei sottoprodotti dell’intera filiera agro?alimentare. In questo contesto “riduzione e valorizzazione” sono molto legati tra loro e lavorando in sinergia possono permettere di sviluppare nuovi prodotti e/o processi.
Valorizzazione energetica: l’obiettivo è quello di verificare teoricamente e sperimentalmente la fattibilità e la convenienza economica e ambientale del recupero energetico dai diversi mix di sottoprodotti delle intere filiere produttive che si realizzano nelle attività dei soggetti partner (scarti delle lavorazioni delle materie prime organiche, scarti organici provenienti dai processi industriali, prodotti finiti rientranti dal mercato).

Tecnogranda si occupa della caratterizzazione tramite microscopia elettronica a scansione (FESEM) di materiali polimerici rinforzati con scarti e sottoprodotti della filiera agro-industriale (gusci di nocciola, pula di riso, etc.) e dello screening analitico di scarti e sottoprodotti di interesse per la valorizzazione alimentare, quali: valutazione del potere antiossidante del perisperma di nocciola e dei fondi esausti del caffè; determinazione del contenuto di metalli presente nella pellicola argentea del caffè; valutazione del potere adsorbente di metalli pesanti presenti in reflui industriali da parte di scarti alimentari

Al progetto, con capofila Soremartec Italia srl, partecipano grandi imprese quali Ferrero spa e Luigi Lavazza spa, università e piccole e medie imprese; fra queste ultime c’è Tecnogranda, la cui attività afferisce alla valorizzazione dei sotto prodotti.