Servizi

Call Servizi 2014 

Agevolazioni per l’acquisizione di servizi qualificati per la ricerca e l’innovazione riservate ai soggetti aggregati al Polo di Innovazione Agroalimentare.

APERTURA CALL: 5 Novembre 2014 ore 9.00 –  30 Aprile 2015 
Eventuale chiusura anticipata del Bando per esaurimento delle risorse disponibili
 
Le iniziative ammissibili a finanziamento sono suddivise nelle seguenti tipologie: 

  • - servizi di gestione della proprietà intellettuale - II.1
  • - servizi di technology intelligence - II.2
  • - servizi di supporto all’ideazione e all’introduzione sul mercato di nuovi prodotti/servizi - II.3
  • - servizi di supporto all’utilizzo del design - II.4
  • - servizi di supporto per le nuove imprese innovatrici - II.5
ATTENZIONE: il servizio open innovation - II.6 e il servizio per la mobilità di personale qualificato – II.7 non sono stati attivati nella Call Servizi 2014.

I beneficiari sono piccole e medie imprese aggregate al Polo Agroalimentare e aventi codici ATECO previsti dall’appendice al bando (Elenco delle attività economiche ammesse).

Per tutte le tipologie di servizi, è concedibile una e una sola proroga di durata massima di 30 giorni. Il servizio dovrà comunque concludersi entro e non oltre il 30/11/2015.

La durata massima dei servizi è di 5 mesi (ad eccezione del servizio di gestione della proprietà intellettuale, componenti b e c, che ha una durata massima di 8 mesi). 

Il numero massimo di servizi richiedibili (cumulato con tutti i servizi ancora in corso) è di 4.

Le concessioni del contributo saranno tutte in regime de minimis.
La Call Servizi 2014 introduce la premialità per i beneficiari in possesso del rating di legalità attribuito dall'autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM). 
Anche per la Call Servizi 2014 è confermato l'obbligo di autorizzazione preventiva da parte del gestore del Polo.
DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
 
 
Si consiglia di preparare in tempo le domande, in quanto il finanziamento segue l'ordine temporale di ricezione
 
Per maggiori informazioni consultare il sito della Regione Piemonte.