Vivopack

 
Nuovo sistema integrato di condizionamento biodegradabile e compostabile Vivopack per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari Made in Italy
 
Finanziato da Industria 2015, Bando PII Made in Italy
Durata progetto 2010-2013
 
Vivopack ha come obiettivo lo sviluppo di un nuovo sistema di packaging biodegradabile e compostabile.
Saranno messi a punto nuovi sistemi di confezionamento tailor-made per prodotti alimentari e migliorata qualità, shelf-life e convenience.
Le classi di prodotto scelto sono: salumi cotti e stagionati, prodotto da forno lievitato, caffè torrefatto macinato, piccoli frutti e IV gamma.
 
I partner del progetto sono:
Novamont (Project Leader)
Kerry Ingredients & Flavour (leader nel settore degli aromi);
Sapio (fornitore di gas tecnici e sistemi per il taglio e la saldatura); 
Icimendue (azienda operante nel settore della stampa e trasformazione di imballaggi flessibili);
Tecnogranda (centro per l’innovazione tecnologica e di servizi alle imprese che si occuperà della modifica superficiale dei film);
Bistefani (azienda alimentare che opera nel settore dei prodotti da forno);
Villani (azienda alimentare produttrice di salumi da taglio e da banco),
Ortofruit (organizzazione di produttori del Piemonte),
Università Federico II di Napoli (Dipartimento di Scienza degli Alimenti e Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e della Produzione)
Università degli studi di Torino (Dipartimento Colture Arboree)
 
Si prevede l’utilizzo di biopolimeri biodegradabili e compostabili da fonte rinnovabile e di coating ottenuti da biopolimeri di scarto delle comuni lavorazioni alimentari, così come l’integrazione di molecole naturali bioattive nella composizione del filmbiodegradabile e all’interno della composizione dei gas tecnici di condizionamento. Per favorire la proprietà di bagnabilità dei substrati polimerici, l’adesione tra le matrici biodegradabili e la deposizione di biomolecole e di strati atomici funzionali sui nuovi materiali verranno sviluppate ed applicate le tecnologie del plasma sottovuoto, del plasma a freddo a pressione atmosferica e l’electron beam.
 
L'attività di Tecnogranda nell'ambito del progetto riguarda l’utilizzo della tecnologia al plasma per il trattamento dei substrati innovativi biodegradabili di natura polimerica sviluppati, al fine di migliorarne le prestazioni. Particolare attenzione viene rivolta alle proprietà di barriera del substrato in esame, le quali se ottimizzate in ambito alimentare e nella conservazione dei cibi, possono fornire un notevole valore aggiunto per la qualità e la durata della shelf-life.
Il trattamento al plasma consiste sostanzialmente nella deposizione sulla superficie del substrato di film sottili policristallini o amorfi con funzione antibatterica e/o di incremento della barriera ai gas, mantenendo al tempo stesso inalterate le caratteristiche di flessibilità e di trasparenza del polimero di base in esame.
 

VISITA IL SITO INTERNET DEL PROGETTO